Condividi con:

Presentacion-Jamon

Affilatti tuti i coltelli ; trovata la posizione guista delle mani per non soffrire nessun tipo di ferita ; messo il portaprosciutto su di una superficie orizzontale e messo il tagliatore in mezzo a uno spazio libero di ostacoli e persone che interferiscano coi suoi movimenti, dobbiamo occuparci adesso di un’altro gruppo di fattori.

Ad esempio alla temperatura ideale per tagliare il prosciutto, fra i 20 e i 30 gradi. A questa temperatura il grasso del prosicutto incomincia a sudare leggeramente e così i sapori del prosciutto si svegliano con intensità. In queste circostanze il talgiatore può tagliare scegliendo qualche fette da diverse parti della gamba, per così apprezzare le sfumature di sapori presenti ad ogni pezzo.

Le dimensioni delle fette di prosciutto non seguono una regola fissa, quella perfetta però dovrebbe essere molto sottile, quasi trasparente, circondata di grasso e brillante.

Di solito un piatto di prosciutto ne avrà da 30-35 fette ossia 80-100 grammi, messe da fuori all’inteerno del piatto, cercando di raggiungere una presentazione elegante e ben distribuita, anche se a qualche posto ognuno ha il suo metodo particolare e valido lo stesso.

Come si affetta il prosciutto iberico (III)
Condividi con:

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

× Contattaci con whatsapp