Condividi con:

 

Il prosciutto iberico (jamon iberico) , prodotto principale della gastronomia spagnola, è stato coinvolto in numerose truffe negli ultimi anni.

Le principali si riferiscono al fatto che si vendono come iberici molti prodotti che non derivano da maiali di razza iberica alimentati esclusivamente con ghiande (Bellota). Quest inganno suppone, in primo luogo, una truffa al consumatore, che paga un prezzo molto più elevato, mentre ha un impatto diretto sui produttori e sulla denominazione di origine, dato che devono competere con altri attori che assumono un costo minore per poter portare avanti la propria attività.

Costantino Martinez, analista indipendente del settore, rivela che i dati di macello del Ministero dell’Agricoltura mostrano che solamente un 5,5% dei maiali macellati in Spagna sono puri iberici alimentati esclusivamente con ghiande.
Questo significa che dei due milioni di maiali macellati durante lo scorso esercizio solamente 108.000 sono di razza iberica, per di più alimentati con ghiande in regime estensivo, il che significa che arrivavano ad ingerire ogni giorno fino a 8 kg di ghiande e 3 kg di erba.

Solamente il 5,5% dei maiali macellati sono di pura razza iberica alimentati con ghiande

Con la nuova normativa delle etichette si pretende evitare questo tipo di truffe. Da Spanishtaste.it puntiamo da anni all’insegnamento di tutto ciò che riguarda il prosciutto iberico, per far sì che i nostri clienti possano capire le differenze che esistono tra le differenti qualità e perché alcuni prodotti (bellota) abbiano un costo molto più elevato rispetto ad altri (cebo, recebo).

Il prosciutto che mangiamo è realmente prosciutto iberico?
Condividi con:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

× Contattaci con whatsapp